Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il grido d'allarme del tribunale napoletano

Anno giudiziario, allarme giudici in fuga


.

Anno giudiziario, allarme giudici in fuga
26/01/2012, 15:01

NAPOLI – Allarme giustizia a Napoli, un grido che viene da lontano e che è rimasto inascoltato per troppo tempo. E dopo le denunce da parte di Carlo Alemi sui tagli del governo Monti nei confronti di una giustizia che sta per gettare la spugna, altro grido d’allarme si leva dal presidente della Corte d’Appello di Napoli Antonio Bonajuto. A margine della conferenza stampa sull’inaugurazione dell’Anno Giudiziario 2012, Bonajuto ha confermato il trend negativo della giustizia penale, anche se sul versante civile si registrano dei miglioramenti anche se lievi. Sul versante criminalità, il numero uno della Corte d’Appello snocciola i dati statistici per i quali calano gli omicidi ma avanzano rapine e reati contro la pubblica amministrazione. Il vero problema secondo il PM Vittorio Martusciello, sono gli organici in considerazione dell’alto numero di magistrati andati in pensione. L’ultimo allarme lo lancia il presidente Bonajuto che lamenta l’impossibilità di celebrare i tantissimi processi a ruolo. ‘Sic rebus stantibus’, direbbero i giuristi, Bonajuto si appella all’amnistia, l’unica in grado di poter riportare a regime la macchina giudiziaria.

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©