Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Annozero: il mistero della telefonata di Berlusconi



Annozero: il mistero della telefonata di Berlusconi
16/10/2009, 09:10

Puntata incentrata sui problemi giudiziari del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, ieri ad Annozero. Solito parterre in stile Santoro (tre esponenti di destra - il vicedirettore del Giornale Sallusti, il direttore di Libero Belpietro e un esponente della Lega Nord Castelli - e due di centrosinistra - il deputato PD Bersani e il giornalista Cuzio Maltese), e solito copione classico in trasmissioni di questo genere, con gli esponenti di centrosinistra che non sono riusciti a spiccicare una parola per le continue interruzioni operate da Castelli e Belpietro che, con la maleducazione che usano sempre, impedivano agli altri di parlare.
Interessante la descrizione della situazione giudiziaria del premier, fatta da Marco Travaglio (nel video allegato), che ha anche stoppato il tentativo di Belpietro di diffamare il giudice che fece la sentenza di primo grado del lodo Mondadori, Carfì, attribuendogli comportamenti che non aveva mai avuto.
Infine, un mistero nel finale, quando Santoro annuncia che ci sarebbe stata la telefonata del premier. La annuncia, ma nel frattempo va avanti con la trasmissione. Quando la trasmissione finisce, Santoro dice: "Se telefona Berlusconi, ditegli che siamo nei camerini". Ma allora ha telefonato o no il Presidente del Consiglio? A quanto pare, il suo staff ha telefonato in RAI chiedendo il numero per poter intervenire; a questo punto è stato avvisato Santoro. Ma, per un errore, si è confuso il "potrebbe intervenire" con il "interverrà". E quindi a quanto pare Santoro è caduto in un qui pro quo.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©