Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il ragazzo, 17 anni, aveva scritto: "Non dimenticatemi"

Annuncia il suicidio su Facebook, poi si butta nel Piave


Annuncia il suicidio su Facebook, poi si butta nel Piave
21/05/2010, 20:05

VENEZIA - "Mi fa schifo vivere così. Però non dimenticatemi". Uno scarno messaggio su Internet. Poche parole per dare l’addio al suo Mondo, poi il lancio nel Piave. Si è ucciso così un diciassettenne veneto, che prima di morire ha annunciato la sua volontà su Facebook.  
L.F, queste le iniziali del ragazzo, originario di Musile, ha affidato il suo drammatico messaggio alla rete e lo ha messo in atto: ha inforcato il motorino, ha raggiunto il ponte della Vittoria a San Donà di Piave, è sceso dallo scooter e si è buttato nel fiume. Il suo corpo è ancora disperso: finora è stato ritrovato solo il casco. "Basta, sono stanco di tutto e tutti” - aveva scritto sul social network – “Non mi fido più di nessuno, mi fa troppo schifo vivere così e ci sono troppo dentro per venirne fuori. Voglio andarmene da qui, mi servirebbe un po' di relax. Chiedo solo una cosa alle persone che ci tengono a me: non dimenticatemi".
Il fatto sarebbe accaduto nella notte di mercoledì, anche se la notizia è stata resa nota soltanto ora. Secondo le ricostruzioni, alcune persone uscite da un cinema della zona dopo l 'ultima proiezione si sono accorte del ragazzo che si gettava dalla sommita' del ponte e hanno dato l'allarme. Poi lo hanno visto riemergere un istante e gridare aiuto in un ultimo istinto di sopravvivenza prima di scomparire, ma non hanno potuto fare nulla. Inutili anche le ricerche dei sommozzatori dei Vigili del Fuoco, arrivati sul posto insieme ai Carabinieri, che hanno avvertito i genitori del ragazzo, a loro volta giunti sul luogo della tragedia nella speranza di poter riavere almeno il corpo del figlio.

Commenta Stampa
di Ornella d'Anna
Riproduzione riservata ©