Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ansaldobreda, Ugl: “Da tavolo a Mise emersa necessità piano generale trasporti”


Ansaldobreda, Ugl: “Da tavolo a Mise emersa necessità piano generale trasporti”
27/11/2012, 15:33

“Dal tavolo al Mise sul futuro di Ansaldobreda è emersa con evidenza una necessità che sottolineiamo da tempo: quella di elaborare un piano generale dei trasporti e della logistica che permetta di sostenere le produzioni e l’occupazione nel comparto, garantendo al tempo stesso al cittadino qualità nell’erogazione dei servizi di mobilità. Da parte del governo, tuttavia, ci saremmo aspettati più disponibilità a puntare su un settore cruciale della nostra economia”.

E’ quanto dichiarano, in una nota congiunta, il segretario confederale dell’Ugl, Cristina Ricci, e Adelmo Barbarossa, del coordinamento nazionale Finmeccanica dell’Ugl Metalmeccanici, al termine dell’incontro.

“Con tre accordi sottoscritti in meno di un anno - prosegue la nota -, il sindacato ha fatto ampiamente la propria parte, condividendo con l’azienda un percorso necessario per l’efficientamento. Per un vero ritorno alla competitività, tuttavia, servono ancora passi in avanti da parte del management aziendale dal punto di vista organizzativo, ma soprattutto è imprescindibile l’elaborazione da parte del governo di una seria politica industriale che metta in rete le aziende del settore, passando anche dal rinnovo del parco mezzi: per fare un esempio, ricordiamo che l’Italia è a rischio di infrazione comunitaria per utilizzare autobus ad alto tasso di inquinamento”. 

“Ora tocca principalmente all’esecutivo – si aggiunge nella nota - fare la propria parte per un comparto che dà lavoro a 15.000 addetti, oltre ad essere strategico per il sistema Paese”.

“Per quanto riguarda l’ipotesi di una partnership che consolidi l’azienda sul mercato interno e internazionale - concludono -, siamo disponibili al confronto, ma  a patto che per Ansaldobreda siano previste condizioni di parità, e a patto che non ci sia alcuna ricaduta negativa sull’occupazione”.  

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©