Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Antimafia Day, Giornata della Legalità a Terzigno


Antimafia Day,  Giornata della Legalità a Terzigno
23/03/2011, 10:03

“Chi tace e chi piega la testa muore ogni volta che lo fa, chi parla e chi cammina a testa alta muore una volta sola”, parole di Giovanni Falcone. Un grido forte e deciso del giudice che, purtroppo, nella sua lunga lotta alla mafia con il collega Paolo Borsellino gli costò la vita. Nel ricordare uomini e donne “speciali” come Borsellino, Falcone e sua moglie, come gli uomini della scorta e come le tante vittime innocenti di una camorra spietata, si cerca di rafforzare e corroborare il legame tra Stato, cittadini e scuola. In questa direzione, l’Antimafia Day intende contribuire alla lotta di contrasto alla criminalità organizzata, con iniziative itineranti di educazione alla legalità. Nella sua prima edizione a Terzigno, la “Giornata della legalità - Antimafia Day” prenderà il via venerdì 25 Marzo alle ore 10, presso la Sala consiliare del Comune di Terzigno. L’incontro, organizzato da Cittadinanzattiva Campania e dall’Associazione Culturale “Koinès!” di Terzigno, in collaborazione con l’Associazione “Riferimenti - Coordinamento di Gerbera Gialla”, vedrà gli interventi della dott.ssa Adriana Musella, presidente nazionale di “Riferimenti”, del dott. Lucio Canzanella di Cittadinanzattiva Campania, Olimpia Franzese, presidente dell’Associazione culturale "Koinès!" e con il prezioso intervento, anche in termini di esperienze, del dott. Rosario Cantelmo, procuratore aggiunto della Repubblica presso il Tribunale di Napoli. Porteranno i loro saluti istituzionali il sindaco di Terzigno, Domenico Auricchio, il presidente del Consiglio Comunale, Stefano Pagano, oltre che i dirigenti scolastici delle scuole coinvolte. Durante il dibattito verranno affrontati importanti questioni come quelle della legalità e della lotta a tutte le mafie, nei vari aspetti e nelle varie forme. Sarà anche proiettato un cortometraggio per introdurre il tema delle vittime innocenti della camorra, con esempi di “grandi” uomini che hanno lottato contro la camorra, anche al costo e sacrificio della propria vita. Il vero obiettivo del seminario è, con la presenza fondamentale delle scuole, sensibilizzare i giovani al rispetto della legalità. Interverranno, infatti, rappresentanze degli alunni delle scuole di Terzigno. Saranno loro i veri protagonisti dell'evento, coinvolti direttamente nel dibattito, leggeranno anche alcuni brani sull'argomento, con una compartecipazione attiva e costruttiva, con il dialogo ed il confronto, affinché attecchisca in loro sempre più profondamente il seme della legalità, del rispetto reciproco, nel vivere in società.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©