Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La difesa: "Andremo in Cassazione"

Antonveneta: conferma a condanna due anni per Brancher

L'ex ministro Pdl accusato di ricettazione

Antonveneta: conferma a condanna due anni per Brancher
03/03/2011, 19:03

Confermata la condanna a due anni di reclusione per Aldo Brancher, l’ex ministro Pdl accusato di ricettazione e appropriazione indebita nell’ambito dell’inchiesta sulla tentata scalata ad Antonveneta.  Il 24 giugno dell’anno scorso,  l’ex ministro senza portafoglio aveva presentato legittimo impedimento in prossimità del processo che stava per iniziare. Per cui si scatenarono diverse reazioni nella sfera politica, che portarono lo stesso Brancher a rassegnare le dimissioni da ministro. In primo grado egli venne condannato, in quanto era stato accusato di appropriazione indebita e ricettazione di 827 mila euro che, tra il 2001 e il 2005, sarebbero stati dati all’ex ministro da parte di Giampiero Fiorani, allora amministratore della Banca Popolare Italiana. Il legale di Brancher, l’avvocato Filippo Dinacci,  ha già annunciato il ricorso in Cassazione: “Non mi convince la conferma della condanna di primo grado: la ricostruzione fatta dalla Procura generale non mi convince e neppure le conseguenze giuridiche. Faremo ricorso in Cassazione".

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©