Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La vittima di 72 anni deceduta per annegamento

Anziano muore nell'indifferenza del 'Mappatella Beach'


.

Anziano muore nell'indifferenza del 'Mappatella Beach'
31/07/2009, 12:07

Si chiamava Antonio Sommaripa l'uomo che a causa di un'annegamento è deceduto ieri mattina mentre faceva il bagno nello specchio d'acqua antistante la Rotonda Diaz. L'anziano,soccorso da un gruppo di giovani e riportato sulla spiaggia, è deceduto pochi minuti dopo. La tragica vicenda prende aspetti inquientanti in quando dopo un breve arco di tempo, molti bagnanti sono tornati a prendere il sole come se nulla fosse accaduto. Tra bagnanti che si spalmavano la crema solare, altri che chiacchieravano, bambini che giocavano. Sì quell'ombrellone è servito.
A non rovinare la loro vacanza cittadina. La vergogna e la rabbia e l'indignazione in quanti in questo momento staranno nascendo? Il popolo napoletano, quello conosciuto per la propria cordialità, per la propria apertura verso il prossimo, il popolo dalle mille culture, che fine ha fatto? Ha preferito “sguazzarsi” in un'acqua manco balneabile, e lasciare a sé stesso Antonio Sommaripa, senza prestargli il benchè minimo soccorso, e senza dare il giusto decoro ad un corpo ormai senza vita.
Mattinata drammatica al "mappatella beach". Erano da poco passate le dieci quando i bagnanti, già a quell'ora numerosi, hanno visto che un uomo in mare, a pochi metri dalla riva, era in evidente difficolta, boccheggiava, annaspava in acqua. Un gruppo di giovani si è lanciato tra le onde e dopo qualche minuto è riuscito a riportarlo a terra. Sono seguiti momenti drammatici: molti si sono accalcati, spaventati, cercando in qualche modo di soccorrere l'uomo.
Contemporaneamente sono stati chiamati i soccorsi e dopo qualche minuto è arrivata un'ambulanza del 118. I medici, però, si sono subito accorti che per l'uomo non c'era più nulla da fare.
Il cadavere è rimasto a lungo sul bagnasciuga, coperto da un lenzuolo bianco, e i bagnanti dopo aver tentato di aiutare l'anziano e aver vissuto qualche minuto di smarrimento, hanno ripreso la loro normale giornata di mare.
Fortunatamente il cadavere di Antonio Sommaripa è stato portato via in tempi brevi, ma presto la calura ha avuto il sopravvento e la partecipazione al dramma è stata sostituita dal desiderio di trovare un po’ di refrigerio. Alle 11 il mappatella beach aveva ripreso la solita vita, mentre il traffico sul lungomare impazziva. L'arrivo delle volanti della polizia e dell'ambulanza del 118, l'accalcarsi dei curiosi, hanno provocato lunghe code.

Commenta Stampa
di Agostino Falco
Riproduzione riservata ©