Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Uno dei due era il neurologo Carlo Ravetti

Aosta, riconosciuti i due alpinisti italiani morti

Era un alpinista esperto

Aosta, riconosciuti i due alpinisti italiani morti
15/08/2013, 18:02

AOSTA – Sono stati riconosciuti i corpi dei due alpinisti italiani che, all’alba di stamane, sono morti sul massiccio del Monte Rosa, dopo essere precipitati in gruppo nella zona della Cresta Sella nel Lyskamm orientale.
Si tratta dell'ex primario dell'ospedale San Giovanni Bosco di Torino, il neurologo Carlo Ravetti, 62 anni e di Luca Savoia, 54enne del Biellese. Ravetti, sposato e con tre figli, era molto conosciuto a Torino. Lasciato l'ospedale dopo essere andato in pensione, aveva continuato la sua attività di neurologo. Era un grande appassionato di montagna ed un alpinista esperto: durante la sua carriera aveva scalato tutti i quattromila metri.

Commenta Stampa
di Francesca Galasso
Riproduzione riservata ©