Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Aperta al pubblico la Caserma “Raffaele LIBROIA” di Nocera Inferiore


Aperta al pubblico la Caserma “Raffaele LIBROIA” di Nocera Inferiore
03/11/2011, 11:11

Nocera Inferiore (SA) – 31 ottobre 2011 - Il 4 novembre 2011 si celebrerà il 93° Anniversario della fine della prima guerra mondiale: “Giorno dell’Unità Nazionale - Giornata delle Forze Armate” e del 90° anniversario della tumulazione del Milite Ignoto nel sacello posto sull'Altare della Patria. e si concluderanno le celebrazioni connesse al 150° Anniversario dell' Unità d' Italia. La data, che celebra la fine della 1^ guerra mondiale commemora la firma dell’armistizio siglato a Villa Giusti (Padova) con l’Impero Austro-Ungarico, ed è divenuta la giornata dedicata alle Forze Armate.
La Caserma “Raffaele LIBROIA”, sede del Battaglione Trasmissioni “VULTURE”, verrà aperta, dalle ore 08.30 alle ore 12.00, alla popolazione civile, agli studenti ed al mondo dell’ associazionismo che promuovono l’ integrazione socio-culturale delle persone diversamente abili. Nell’occasione saranno esposti mezzi e materiali in dotazione all' Esercito Italiano ed alla Croce Rossa Italiana nonché una mostra statica su attrezzature in dotazione all’Arma delle Trasmissioni. Inoltre, verrà effettuata una dimostrazione di atti tattici propri delle squadre fucilieri delle FF.AA. Ad accogliere il pubblico sarà il personale militare e civile del Battaglione che darà informazioni in merito ai compiti istituzionali del Reparto e dell’Esercito Italiano.
L’attività è rivolta principalmente agli studenti ed ai giovani al fine di avvicinarli ai valori di amor di Patria e di senso dello Stato che la Forza Armata diffonde. Agli studenti verranno, inoltre, riconosciuti dei crediti formativi. All’ iniziativa aderiranno quarantaquattro comuni, situati tra le province di Salerno, Napoli ed Avellino, ed è stata patrocinata dalla Regione Campania, Provincia di Salerno e dai Comuni di Nocera Inferiore, Sarno, Cava dè Tirreni e Nocera Superiore. L’evento sottolinea e rinnova il profondo legame che unisce la popolazione civile con gli uomini e le donne militari dell’ Esercito Italiano.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©