Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Aperta l'inchiesta per l'omicidio di Arafat


Aperta l'inchiesta per l'omicidio di Arafat
28/08/2012, 19:49

In seguito alla denuncia contro ignoti della famiglia di Yasser Arafat, perché convinti che la morte dell’uomo dipendesse da un avvelenamento da polonio, è stata aperta un’inchiesta per omicidio dalla procura di Nanterre in Francia. La notizia è stata diffusa dall’edizione online del quotidiano Le Monde che cita fonti vicine alla vicenda. La denuncia è giunta dopo la scoperta di tracce di polonio sugli oggetti personali di Arafat, motivo sufficiente per richiedere la riesumazione del corpo, lo scorso luglio, per verificare la possibilità di morte per avvelenamento radioattivo.

Il 31 luglio fu Souha Arafat, vedova del leader palestinese, a costituirsi parte civile. Negò che venisse effettuata l’autopsia sul corpo del marito, ma dalle analisi del sangue si escluse la presenza di veleno.

Arafat morì l’11 novembre 2004 a Parigi per cause sconosciute. Le sue condizioni di salute precipitarono il 25 ottobre 2004 quando, durante una riunione, diede di stomaco. Da allora a nulla sono servite le cure di medici provenienti da tutto il mondo e nemmeno il trasferimento nell’ospedale militare di Percy in Francia, dopo un settimana  di coma il premio Nobel per la Pace e l’Organizzatore per la liberazione della Palestina perse la vita.

Commenta Stampa
di Claudia Annunziata
Riproduzione riservata ©