Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

APPALTI ROMEO, SPUNTA UN MAXICONTO DA 30 MILIONI


APPALTI ROMEO, SPUNTA UN MAXICONTO DA 30 MILIONI
26/01/2009, 19:01

Spunta un maxiconto corrente nell’inchiesta sull’imprenditore Alfredo Romeo, in carcere dallo scorso 17 dicembre nell’ambito delle indagini sugli appalti. Si tratta di un conto riconducibile alla sua famiglia, contenente circa trenta milioni di euro. E’ un passo avanti dell’inchiesta, che si sta ora occupando degli aspetti patrimoniali. Quote societarie, immobili, conti correnti, sequestrati al termine di indagini della Dia e riconducibili al patrimonio dell'immobiliarista: venerdì scorso gli inquirenti hanno scritto alla Dia - l'organo di Pg che ha condotto l'inchiesta - e agli amministratori giudiziari nominati dal Tribunale per gestire l'impero Romeo. La Procura vuole conoscere l'esatto ammontare dei beni sequestrati all'imprenditore, quanti soldi ci sono sui conti correnti, lo spessore delle quote societarie; verificare, inoltre, se attraverso i canali bancari sono stati investiti proventi di attività illecite. I dati certi non sono ancora stati diffusi, ma poche ore dopo gli arresti si parlava di “svariate centinaia di milioni di euro” per le quote societarie e delle altre somme bloccate su disposizione dei magistrati.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©