Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Approvata in Russia la legge anti-gay


Approvata in Russia  la legge anti-gay
26/01/2013, 13:01

MOSCA – Approvata in prima lettura la legge contro la propaganda elettorale in Russia, con 388 voti a  favore, uno contrario e un astenuto. Non sarà, in questo modo, possibile diffondere informazioni sulla comunità gay ai minorenni, infatti nel testo della legge è riportato che i minorenni devono essere protetti dalla propaganda omosessuale perché non capaci di valutarle il messaggio con un senso critico.

Per la messa in pratica della legge è necessaria la firma del Presidente Vladimir Putin. Le sanzioni per chiunque non rispetterà il provvedimento andranno dai 4.000 rubli (circa 100 euro) per i cittadini ai 500.000 (circa 12.500 euro) per le  società e le aziende.

La proposta è stata accolta con gioia da molti esponenti della vita pubblica e dalla Chiesa Ortodossa, mentre innumerevoli sono state le polemiche  provenienti soprattutto  dai membri della comunità Lgtb che hanno definito il provvedimento come un "documento medievale". Dmitri Sablin, del partito  di maggioranza Russia Unita, ha dichiarato: “Viviamo in Russia e non a Sodoma e Gomorra”, mentre Serghei Dorofeive, appartenente alla formazione di Putin, spiega che "la legge ha lo scopo di tutelare i minori dalle conseguenze dell’omosessualità".

Commenta Stampa
di Claudia Annunziata
Riproduzione riservata ©