Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Arenella, Cane cieco salvato da una “cittadina attiva”


Arenella, Cane cieco salvato da una “cittadina attiva”
14/04/2011, 16:04

Un cane, scrive l’associazione ambientalista Verdecologista, presumibilmente abbandonato da persone senza scrupoli è stato salvato nella tarda serata di ieri da un ispettore dipartimentale AIMA – CIVE.
A seguito di una segnalazione ricevuta ieri in serata intorno alle ore 20,30 dalla signora Stefania Fedele, l’ispettore dipartimentale Vincenzo Crispino, si recava in via Ruoppolo dove era atteso dalla succitata signora Fedele. Qui giaceva un cane di razza meticcia di media taglia colore nero, purtroppo cieco e probabilmente abbandonato da pochissimo tempo in quanto riscontrato ancora in buone condizioni ma soltanto molto impaurito. L'ispettore Crispino chiedeva l’immediatamente intervento del pronto soccorso veterinario. Dopo circa una quindicina di minuti sopraggiungeva un’ autoambulanza veterinaria della sezione Frullone con due operatori che si allontanavano dal posto del ritrovamento portandosi il cane. Nel frattempo intorno al luogo del ritrovamento molti curiosi stazionavano seguendo tutte le fasi della vicenda, dal ritrovamento fino al salvataggio del cane che, data la sua cecità, certamente sarebbe andato incontro ad un tragico epilogo se non fosse stato per l’intervento di una “cittadina attiva” che non ha voluto chiudere gli occhi salvando quel povero cane. Verdecologista plaude all’intervento di Crispino e Fedele compiacendosi del fatto che in questa città, aldilà di tutto, avvengono anche tanti sani episodi di amore e civiltà.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©