Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

È un passo avanti in tema di diritti umani

Argentina, approvata la “legge sull’identità di genere”

Ognuno potrà cambiare il sesso sui documenti

Argentina, approvata la “legge sull’identità di genere”
10/05/2012, 20:05

BUENOS AIRES - Svolta sui diritti in Argentina, dove il Senato ha approvato la “legge sull’identità di genere”. Si tratta di una normativa che interpreta l’identità di genere come “un’esperienza intima e personale”, che quindi può corrispondere o meno con “il sesso assegnato al momento della nascita”: in virtù di ciò, la legge, approvata con 55 voti a favore ed un solo astenuto, offrirà ad ogni argentino che lo vorrà la possibilità di cambiare sulla propria carta d’identità il sesso, a seconda della propria percezione personale. L’unico requisito richiesto sarà il raggiungimento della maggiore età, in virtù della quale si potrà fare una semplice richiesta amministrativa e ottenere la modifica del dato. In più, alle persone che ne faranno richiesta il Parlamento ha garantito massima assistenza: le operazioni e il trattamento per l’adeguamento del corpo saranno a carico del servizio sanitario nazionale. L’ok alla legge, che aveva già passato il vaglio della Camera dei deputati nel dicembre scorso, rappresenta una conquista per le comunità gay, lesbica e trans, che hanno festeggiato nelle strade di Baires, e viene accolta come un fondamentale passo avanti in tema di diritti umani.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©