Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ariano Irpino, tre denunce per una rissa


Ariano Irpino, tre denunce per una rissa
17/06/2011, 13:06

L’alcool e qualche birra negata sarebbero state le cause di un diverbio sfociato in rissa presso un noto bar-pizzeria del centro di Ariano Irpino. Era da poco passata la mezzanotte di ieri quando, nel fragore degli schiamazzi notturni di tanti giovani presenti al bar, probabilmente per un’alzata di gomito di troppo è scoppiato un violento diverbio tra due trentenni ed il gestore del locale. Fortunatamente, nell’ambito dei consueti servizi di controllo del territorio, una pattuglia della Tenenza di Ariano Irpino, capeggiata nella circostanza dal Comandante del Reparto in persona, tenente Domenico Pirrò, si trovava con la propria autovettura non troppo distante dalla pizzeria: prontamente allertati da un altro finanziere, i militari si portavano sul posto e si trovavano dinanzi una scena più vicina ad una ambientazione da saloon che ad un tranquillo scenario di una cittadina di provincia. All’arrivo dei militari il gestore ed il cliente si fronteggiavano continuando a sferrarsi calci e pugni e solo l’intervento in massa dei finanzieri ha impedito che la lite avesse un tragico epilogo. Molti erano infatti i clienti che nonostante l’ora tarda erano ancora presenti nel locale e che nell’impossibilità di uscire dalla pizzeria, si trovavano ad assistere, con il rischio di venirne coinvolti, ad una lite progressivamente degenerata dalle parole agli spintoni, ai calci, ai pugni, e poi alle bottiglie di vetro spaccate utilizzate armi. Uno vero e proprio scenario da film western, con persone che scappavano, cocci di vetro dappertutto, bottiglie e bicchieri in frantumi sul pavimento. L’intervento delle Fiamme Gialle permetteva comunque, seppur con qualche difficoltà, di ricondurre alla ragione i tre soggetti coinvolti nella rissa: gli stessi, accompagnati presso gli uffici della vicina Tenenza, erano quindi identificati per tale R.S. (di anni 33), nato a Napoli, per tale M.D. (di anni 36), nato in Svizzera, ed per tale V.G. (di anni 41), nato a Tramonti, quest’ultimo gestore del locale. Nei confronti di tutti e tre i fermati scattava la denuncia a piede libero alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ariano Irpino per l’ipotesi di reato prevista dall’articolo 588 del codice penale (“rissa”).

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©

Correlati

11/07/2011, 15:07

Livorno: rissa tra pazienti