Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'uomo si è sparato un colpo di pistola alla testa

Arona, imprenditore milanese si suicida


Arona, imprenditore milanese si suicida
15/05/2012, 07:05

ARONA (PIEMONTE) - Un imprenditore milanese di 50 anni, Mario Sacco, si è suicidato sparandosi un colpo di pistola alla tempia all'interno della sua automobile, ritrovata a Gignese, vicino Arona, sulla strada per il monte Mottarone.

L'uomo, residente a Milano, conosceva bene la zona boschiva in cui ha deciso di togliersi la vita. In Piemonte infatti, in provincia di Verbania, vivono i suoi genitori. L'imprenditore, dunque, ha deciso di parcheggiare il suo suv Rexton in una strada privata, a un centinaio di metri dalla strada principale che porta al monte Mottarone, e di farla finita utilizzando una pistola che deteneva regolarmente. Alcuni testimoni hanno riferito che l'auto era stata parcheggiata in quella zona già 24 ore prima e ciò lascia supporre che il gesto estremo possa risalire alla scorsa notte. Il corpo, tuttavia, è stato ritrovato soltanto ieri da una persona che stava facendo una passeggiata nei boschi con il suo cane, che ha dato l'allarme non appena si è resa conto di cosa fosse successo.

Secondo i primi elementi raccolti dai carabinieri, pare che l'imprenditore fosse fortemente preoccupato di non riuscire a far fronte al momento di crisi che stava vivendo la propria azienda. Mario Sacco, infatti, era il titolare di un'impresa edile di Milano, la "Rm2", sulla quale gli investigatori stanno indagando per verificare se avesse effettivamente i conti in dissesto. Questo è un punto cruciale nelle indagini che stanno svolgendo i carabinieri del Comando Provinciale di Verbania, dal momento che hanno trovato un biglietto in cui l'uomo fa riferimento ad una serie di situazioni private, citando anche alcune persone, ma senza accennare mai ad alcuna situazione di insolvenza.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©