Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Con lei anche imprenditori

Arrestata per tangenti e truffa Lara Comi, ex esponente di Forza Italia


Arrestata per tangenti e truffa Lara Comi, ex esponente di Forza Italia
14/11/2019, 17:11

MILANO - Arresti domiciliari per l'ex parlamentare di Forza Italia Lara Comi, con le accuse di truffa e corruzione. Insieme a lei è stato messo ai domiciliari anche l'imprenditore ed ex candidato leghista a sindaco di Varese Paolo Orrigoni. Mentre per Giuseppe Zingale, ex direttore dell'Agenzia di lavoro Afol si sono aperte le porte del carcere. Si tratta di uno sviluppo dell'inchiesta denominata "Mensa dei poveri", per cui i tre erano già indagati. Ma l'aggravamento delle prove a carico degli imputati ha convinto il Pm e il Gip a richiedere misure cautelari. 

Per Laura Comi le accuse riguardano un episodio di corruzione, in complicità con ZIngale, per una consulenza a favore dell'avvocato Maria Teresa Bergamaschi. Poi ci sono due accuse di truffa ai danni del Parlamento Europeo: un contratto fittizio di consulenza per Nino Caianiello, considerato un burattino che la Comi usava per il suo agire (consulenza di cui Caianiello non sapeva nulla) e il fatto di far pagare all'Europarlamento 3000 euro al mese di stipendio al proprio addetto stampa, che poi era costretto a darle una parte di quei soldi. 

Orrigoni invece è stato arrestato per un episodio di corruzione: avrebbe pagato 50 mila euro per ottenere una modificato al Pgt di Gallarate, in modo da poter costruire una filiale dei supermercati Tigros, di cui è proprietario. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©