Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'operazione tesa ad isolare il latitante

Arrestate 19 persone, fedelissimi di Messina Denaro


Arrestate 19 persone, fedelissimi di Messina Denaro
15/03/2010, 09:03

TRAPANI - E' stata realizzata una operazione antimafia, diretta dalla Procura di Trapani, che ha visto all'opera oltre 200 poliziotti delle Squadre Mobili di Palermo e Trapani. E' stata chiamata "Golem 2", perchè prosecuzione della "Golem" e come quella tesa ad isolare il boss mafioso latitante Matteo Messina Denaro. Gli arrestati sono tutte persone che ne hanno coperto la latitanza o che hanno fatto da postini per i pizzini del boss: Maurizio Arimondi, Calogero Cangemi, Fortunato e Lorenzo Catalanotto, Tonino Catania, Andrea Craparotta, Giovanni Filardo, Leonardo Ippolito, Antonino Marotta, Marco Manzo, Nicolò Nicolosi, Vincenzo Panicola, Giovanni Perrone, Carlo Piazza, Giovanni Risalvato, Paolo Salvo, Salvatore Sciacca e Vincenzo Scirè.
Alcuni sono parenti del boss, altri sono persone che hanno scontato pene più o meno lunghe e che appena usciti di galera hanno subito riallacciato i contatti con la "famiglia" di appartenenza, come Filippo Sammartano, Antonino Bonafede e Piero Centonze.
Nell'operazione sono state fatte anche una quarantina di perquisizione ed è stato chiesto il sequestro di una serie di aziende nel settore della ristorazione e della grande distribuzione, intestate a prestanomi di Matteo Messina Denaro. Gli arrestati sono accusati di associazione mafiosa, estorsione, danneggiamenti e trasferimento fraudolento di società e valori.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©