Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Arrestati a Ponticelli un 22enne ed un minore: Spacciavano marijuana.


Arrestati a Ponticelli un 22enne ed un minore: Spacciavano marijuana.
29/12/2011, 12:12

Ieri sera, gli agenti del Commissariato di Polizia “Ponticelli”; hanno arrestato un 22enne e A.E. 17enne, entrambi napoletani, per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. I poliziotti erano da giorni sulle tracce dei due in quanto sospettati di aver allestito una fiorente attività di spaccio in Via Attila Sallustro. In particolare gli agenti avevano scoperto che entrambi venivano contattati telefonicamente dai clienti ai quali davano poi appuntamento nei pressi di una paninoteca dove avveniva la consegna. Recatisi quindi sul posto, si sono posizionati in modo da poter osservare il luogo del sospetto spaccio senza essere notati. In pochi attimi hanno subito rilevato un insolito viavai di autovetture, tra le quali una smart con a bordo i due sospetti spacciatori. Ogni volta, la piccola utilitaria si avvicinava alle autovetture dei clienti e dopo aver effettuato rapidamente lo scambio marijuana – banconote, si allontanava per dirigersi verso una non lontana scuola in disuso di Via Cupa San Pietro. Sicuri che la scuola abbandonata fosse il luogo dove i due nascondevano la sostanza stupefacente, i poliziotti li hanno seguiti. Borriello è rimasto all’interno della Smart ed il minore si è recato all’interno dell’edificio. Avvicinatosi ad un secchiello, lo ha raccolto e nemmeno il tempo di mettere le mani all’interno che i poliziotti sono intervenuti e lo hanno bloccato. All’interno del secchiello sono state trovate 17 dosi di marijuana per un totale di circa 35 grammi. Successivamente è stato bloccato anche il complice ed all’interno del cassetto del cruscotto dell’autovettura sono state rinvenute delle banconote per un totale di circa 460 euro. Tanto la marijuana quanto le banconote sono state sequestrate. S.B. ed E.A. sono stati invece arrestati. Il primo è stato subito condotto alla Casa Circondariale di Poggioreale ed il secondo al Centro di Prima Accoglienza dei Colli Aminei.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©