Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Preso alle Case Celesti mentre confezionava hashish

Arrestato Gargiulo il vero obiettivo dei killer di Romano


.

Arrestato  Gargiulo il vero obiettivo dei killer di Romano
16/05/2013, 08:40

NAPOLI - E' scampato a ben 2 agguati di camorra, riuscendo sempre a venirne fuori intero, e per questo i clan lo hanno ribattezzato "il protetto dal destino", ma Domenico Gargiulo, 23 anni, pregiudicato, affiliato al clan Marino, scampato al blitz di morte dove venne massacrato per errore Pasquale Romano, non è sfuggito alla giustizia. Gargiulo era intento a confezionare dosi di hashish quando è stato arrestato dalla Polizia alle Case Celesti a Secondigliano. Gli agenti hanno sequestrato nell' abitazione circa mezzo chilo di droga. Insieme a Gargiulo sono stati arrestati Mariano Isaia, 38 anni, e Lorenzo Celentano, 18. I tre avevano al polso orologi "Rolex" di grande valore ed indossavano t-shirt con l' immagine di donne famose, un dettaglio che segnalerebbe l' appartenenza a clan camorristici. L'appartamento nel quale i tre sono stati arrestati era utilizzato, fino all' estate scorsa dal pregiudicato Gianluca Giuliano, divenuto collaboratore di giustizia dopo l'omicidio del boss Gaetano Marino, avvenuto a Terracina il 23 agosto scorso. Gargiulo, soprannominato "Sicc 'e penniello'' ha rappresentato più volte il target delle scorribande di morte degli Abete Abbinante, la fazione degli Scissionisti che si oppone allo storico clan Di Lauro, come anche alla componente dei 'girati', attuale sodalizio della Vannella Grassi, con il quale si contende il  mercato della droga.

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©