Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

La vicenda è simile a quella che ha coinvolto Siri

Arrestato Arata, il consigliere per l'energia di Salvini


Arrestato Arata, il consigliere per l'energia di Salvini
12/06/2019, 09:02

PALERMO - Arriva un'altra tegola giudiziaria per Francesco Paolo Arata, consigliere per l'energia del Ministro dell'Interno Matteo Salvini. Infatti la Procura di Palermo, nel corso di una indagine in collaborazione con la DIA, ha deciso di arrestarlo, con le accuse di corruzione, autoriciclaggioe intestazione fittizia con l'aggravante di mafia. Insieme a lui arrestati anche il figlio Francesco, il "re dell'eolico" Vito Nicastri e il figlio di quest'ultimo, Manlio. La vicenda è simile a quella per cui è indagato l'ex sottosegretario Armando Siri: Arata avrebbe pagato una tangente ad un funzionario regionale per aggirare le regole e permettere a Nicastro di avere via libera con le sue centrali eoliche. 

In base alle intercettazioni telefoniche effettuate e alle perquisizioni dello scorso 17 aprile, sono emersi non solo contatti di Arata con la politica, sia della Regione Sicilia che a livello nazionale (e questo è anche normale, per certi versi), ma anche la consapevolezza di intrattenere rapporti con persone probabilmente "inquinate" dalla mafia, come lo stesso Nicastri oppure Francesco Isca, imprenditore indagato per mafia. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©