Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

ARRESTATO DALLA POLIZIA MENTRE TENTA DI UCCIDERE UN CONNAZIONALE


ARRESTATO DALLA POLIZIA MENTRE TENTA DI UCCIDERE UN CONNAZIONALE
20/10/2008, 13:10

 

Questa notte, in Piazza Municipio, sono arrivati giusto in tempo i poliziotti del Commissariato di Polizia Montecalvario per bloccare ed arrestare Otman RAAHANI, pregiudicato marocchino di 33 anni.
L’uomo, brandendo un paio di forbici, a seguito di una lite con un suo connazionale, A.G. di 43 anni, non ha esitato a sferrargli numerosi colpi al volto ed altre parti del corpo, riducendolo in fin di vita.
I poliziotti, allertati da una chiamata giunta al 113, prontamente giunti sul posto, con non poche difficoltà, sono riusciti a bloccare il braccio destro di RAAHANI mentre era pronto a scagliare l’ennesimo colpo contro la sua vittima con il chiaro intento di ucciderla.
Nel corso dell’intervento, un poliziotto ha riportato lesioni guaribili in 7 giorni.
Gli agenti, grazie anche a testimonianze assunte sul posto, sono riusciti ad accertare che, la vittima, è stata aggredita da due suoi connazionali, uno dei quali allontanatosi dopo avergli inferto delle coltellate, abbandonando, nelle immediate vicinanze, il coltello usato.
Benché ferito gravemente, RAAHANI, rimasto sul posto, senza alcuna pietà, ha continuato brutalmente a ferire ad un occhio ed al volto la sua vittima, colpendolo più volte con un paio di forbici.
Gli agenti hanno provveduto a far giungere personale del 118 che, a mezzo autoambulanza, ha condotto l’uomo, dapprima presso l’ospedale Loreto Mare e successivamente, visto le gravi ferite riportate all’occhio sx, all’ospedale Pellegrini.
RAAHANI, conosciuto dalla Polizia con vari alias, è stato arrestato perché responsabile di tentato omicidio, lesioni personali gravissime, violenza e resistenza a P.U., lesioni personali a P.U. e violazione sulla disciplina legge sull’immigrazione.
RAAHANI è stato condotto al Carcere di Poggioreale.

La vittima è attualmente ricoverata in prognosi riservata.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©