Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Era ricercato dal 1993, deve scontare un ergastolo

Arrestato Giovanni Tegano, boss della 'ndrangheta


Arrestato Giovanni Tegano, boss della 'ndrangheta
27/04/2010, 10:04

REGGIO CALABRIA - Era latitante dal 1993, quando fu condannato all'ergastolo per un omicidio, ma adesso era troppo anziano per scappare, dati i suoi 70 anni. E così quando i Carabinieri hanno fatto irruzione nella serata di lunedì in una abitazione in località Perretti, Giovanni Tegano non ha opposto nessuna resistenza e si è fatto docilmente ammanettare. Tegano faceva parte dei 30 latitanti italiani più ricercati, e deve rispondere di molti reati, dall'associazione a delinquere di stampo mafioso, traffico di armi ed altro.
Il Ministro dell'Interno Roberto Maroni si è dimostrato entusiasta dell'arresto, sostenendo che l'arresto di Tegano "é il colpo più duro che si potesse infliggere oggi alla 'ndrangheta essendo il numero uno dei ricercati calabresi''.
Ennesima dimostrazione di quanto poco il Ministro capisca (o faccia finta di capire) la situazione. tegano non è altro che un altro membro dei cosiddetti gruppi di fuoco. Cioè è diventato un boss perchè ha ammazzato qualcuno. Ma questio non sono quelli veramente pericolosi: una volta arrestati, se ne trovano altri 10 di sostituti. Chi sarebbero veramente da colpire sarebbe i ricchi professionisti ed imprenditori ed i politici che stanno dietro. Ma sono anni che nessun politico viene arrestato per complicità con la mafia; e poichè è dimostrato che la mafia (o la 'ndrangheta o la camorra) esistono finchè esistono i politici che li appoggiano e li sostengono, questo vuol dire che la parte onesta del nostro Paese sta perdendo

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©