Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Augusto Giuseppucci, 57 anni, possedeva dosi di hashish

Arrestato il fratello del capo della Magliana, 'Er Negro'

L'uomo era stato già arrestato nel 2005 per stupefacenti

Arrestato il fratello del capo della Magliana, 'Er Negro'
27/12/2011, 10:12

Una lite in famiglia, una telefonata in caserma e i carabinieri di Roma hanno arrestato il fratello del capo storico della banda della Magliana. Manette ai polsi di Augusto Giuseppucci, 57 anni, che è stato trovato nella sua abitazione con decine di dosi di hashish.
I carabinieri erano stati avvisati di una lite, ma nella sua casa hanno trovato la droga e un bilancino di precisione. L’uomo era anche sottoposto a sorveglianza speciale, dopo essere stato arrestato per stupefacenti nel 2005 insieme ad altre 22 persone, tra cui due ex affiliati della banda della Magliana, un ex avvocato radiato dall’Ordine e un sessantenne considerato il referente romano di Pippo Calò, cassiere di Cosa Nostra. Il fratello di Augusto Giuseppucci era uno dei leader storici della banda della Magnana, soprannominato "Er Negro", ucciso in piazza San Cosimato a Trastevere nel 1980 in una faida della malavita romana.
Augusto Giuseppucci aveva mantenuto legami con altri gruppi malavitosi, come i ‘I sette uomini d’oro’, che fino al 2008 hanno messo a segno diverse rapine nelle banche romane travestiti da postini. L’arresto del fratello di "Er Negro" è l’ultimo di una serie di arresti dei componenti della banda della Magliana effettuati negli ultimi due anni. Nel ottobre 2010 la polizia di Roma e di Caserta arrestò Manlio Vitale, detto ‘Er Gnappa’, mentre svaligiava insieme ad altri uomini il caveau di una banca nel centro di Caserta. Quest’anno è stato preso l’ex cassiere della banda, Enrico Nicoletti, con l’accusa di associazione a delinquere.

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©