Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'accusa riguarda una tangente di 100 mila euro

Arrestato il vicepresidente della Regione Lombardia


Arrestato il vicepresidente della Regione Lombardia
30/11/2011, 09:11

BRESCIA - Maxioperazione all'alba dei Carabinieri del Comando Provinciale di Brescia per reati che riguardano la violazione delle norme ambientali. CI sono stati nove arresti, tra cui alcuni nomi eccellenti. Il più noto è Franco Nicoli Cristiano, il vicepresidente del Condiglio regionale della Lombardia, del Pdl. E' stato arrestato questa mattina a casa sua, a Brescia. L'accusa è di aver ricevuto una tangente da 100 mila euro da alcuni degli altri imputati.
Ma anche gli altri non sono sconosciuti: ci sono imprenditori e dirigenti amministrativi della Regione.
Sono state anche sequestrate la cava di Cappella Cantone (Cremona) destinata a una discarica di amianto, un impianto per il trattamento di rifiuti a Calcinate (Bergamo) e due cantieri della Brebemi a Cassano d'Adda (Milano) e Fara Olivana Con Sola (Bergamo).
L'operazione è tuttora in corso e non si escludono ulteriori sviluppi anche in giornata.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©