Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Giuseppe Saggese avrebbe preso 100 milioni

Arrestato l'ad di "Tributi Italia": intascava i soldi delle tasse


Arrestato l'ad di 'Tributi Italia': intascava i soldi delle tasse
03/10/2012, 08:56

CHIAVARI (GENOVA) - Giuseppe Saggese, amministratore delegato della società "Tributi Italia" è stato arrestato oggi dalla Guardia di Finanza, su ordine del Gip del Tribunale di CHiavari, in provincia di Genova. Le accuse sono di peculato, dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti, omesso versamento di ritenute certificate e omesso versamento Iva. 
Tributi Italia doveva essere una alternativa a Equitalia, una alternativa meno onerosa e meno "cattiva" verso le persone che non potevano pagare. Così ben 400 comuni avevano fatto contratti con la società. Ma Saggese avrebbe intascato un centinaio di milioni di recupero tasse senza versarle poi ai comuni a cui spettava. Di questo denaro, almeno 20 milioni sarebbero finiti nelle tasche personalmente di Saggese, che avrebbe comprato yacht, auto di lusso, aerei privati e vacanze in luoghi prestigiosi. Ma non era il solo, tanto che oggi la Guardia di Finanza ha compiuto perquisizioni presso altri indagati, alla ricerca di nuove prove; non solo in Liguria, ma anche a Roma e Piacenza. 
Da notare che Tributi Italia ora è in amministrazione controllata. Quando cominciarono ad esserci i primi ammanchi, i Comuni, oltre a denunciare la società, iniziarono a togliergli l'accreditamento. E in breve la società ha cominciato ad avere solo perdite, per cui è stata dichiarata fallita dal Tribunale di Roma. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©