Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Capo storico dei ‘girati’ è ritenuto vicino a Marco Di Lauro

Arrestato Leonardi, il signore della droga


.

Arrestato Leonardi, il signore della droga
28/12/2012, 14:27

NAPOLI – Si nascondeva in un appartamento nei pressi della Stazione Centrale a Piazza Garibaldi, Antonio Leonardi, capo storico della fazione dei ‘girati, signore indiscusso della droga, per il quale il termine ras è riduttivo, anche in considerazione delle amicizie potenti sulle quali poteva contare. Gli uomini della Squadra Mobile della Questura partenopea lo hanno stanato e arrestato a seguito di una fitta attività investigativa. Leonardi  è ritenuto vicino a Marco di Lauro, figlio di Paolo di Lauro, fondatore dell'omonimo clan, soprannominato "ciruzzo 'o milionario". Era ricercato dal Gico della Guardia di Finanza di Napoli da alcuni mesi ma le indagini che lo riguardano sono state avviate nel 2008 quando Leonardi era al soldo dei Di Lauro e si occupava stabilmente di narcotraffico. Poi dopo la prima faida di Scampia l’ex uomo di fiducia dello storico clan delle Vele passò agli scissionisti, per poi avvicinarsi al sodalizio dei “girati” di Via Vannella Grassi, strada dalla quale prende il nome l’attuale clan che si contrappone agli Scissionisti. Con alle spalle una storia da trafficante di droga, Leonardi aveva avuto da Paolo Di Lauro l'autorizzazione a vendere le eccedenze del traffico di cocaina ed eroina ad altri clan napoletani. Inoltre, secondo le rivelazioni di alcuni collaboratori di giustizia, aveva il compito di riciclare i proventi degli affari illeciti dei Di Lauro nel settore delle scommesse attraverso l'apertura di diverse agenzie sia a Napoli che a Roma, dove l’uomo era residente. Alla fine l’epilogo della sua storia criminale: circondato dagli uomini della Polizia di Stato, Antonio Leonardi si è arreso.  Il suo nome era inserito nella lista dei latitanti da catturare ad ogni costo.

 

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©