Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

L'accusa è di corruzione a proposito dello stadio della Roma

Arrestato Marcello de Vito (M5S), presidente del Consiglio comunale di Roma


Arrestato Marcello de Vito (M5S), presidente del Consiglio comunale di Roma
20/03/2019, 09:19

ROMA - Marcello De Vito, Presidente del Consiglio comunale di Roma in forza al Movimento 5 Stelle, è stato arrestato questa mattina dai Carabinieri. L'accusa è di corruzione: avrebbe avuto elargizioni di denaro - direttamente o indirettamente - da Luca Parnasi per favorire le procedure per la costruzione dello stadio della Roma. 

Insieme a De Vito, è stato arrestato anche l'avvocato Camillo Mezzacapo. Mentre sono stati messi agli arresti domiciliari l'architetto Fortunato Pititto e Gianluca Bardelli. Sono indagati per la stessa vicenda anche l'imprenditore Claudio Toti (proprietario della società di basket Virtus Roma) e il fratello Pierluigi Toti. Secondo l'accusa, l'esponente M5S si era fatto promettere da loro due 110 mila euro in cambio del suo interessamento. Sono indagati anche l'avvocato Virginia Vecchiarelli, l'amministratore della società Mdl srl Sara Scarpari (la cui società è vicino a De Vito e a Mezzacapo), Luca Parnasi e l'immobiliarista Giuseppe Statuto. 

Questo è il terzo filone di indagine sulla vicenda dello stadio della Roma. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©