Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Stanato a Cercola l'uomo che era a capo del clan Abete

Arrestato Montanera, il mandante dell'omicidio Romano


.

Arrestato Montanera, il mandante dell'omicidio Romano
28/03/2013, 08:39

NAPOLI - Si è chiuso definitivamente il cerchio sul barbaro omicidio di Pasquale Romano, il giovane di Cardito ucciso per sbaglio dalla camorra. La Squadra Mobile della Questura di Napoli ha arrestato Giuseppe Montanera, soprannominato "pippetto", ritenuto dagli inquirenti a capo del clan Abete e mandante dell'omicidio di Domenico Gargiulo. Nell'agguato, però, fu ucciso, per errore, Pasquale Romano. A sparare fu Salvatore Baldassarre arrestato dalla Polizia a Marano, lo scorso 13 marzo. Montanera è stato rintracciato grazie all'attività investigativa svolta dalla polizia in un appartamento al quarto piano di uno stabile sito in via Matilde Serao a Cercola. Giuseppe Montanera 37 anni, era latitante dal novembre 2012.  Esponente apicale e attuale reggente del clan Abete, è destinatario di due ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse lo scorso dicembre: una per l'omicidio di Lino Romano, e l'altra per associazione di stampo mafioso per l'omicidio di Gennaro Ricci lo scorso mese di agosto. L'arresto è frutto della collaborazione tra la Direzione Centrale Anticrimine - Servizio Centrale Operativo, agenti della squadra mobile della Questura di Napoli e del commissariato di Scampia.

 

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©