Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il bambino invece sta guarendo dalle ferite subite

Arrestato per il tentato omicidio del figlio, si suicida in cella


Arrestato per il tentato omicidio del figlio, si suicida in cella
24/05/2012, 14:05

NOVARA - Calogero Costa, 42 anni, detenuto nel carcere di Novara, non ha resistito in carcere: il terzo giorno di carcerazione si è impiccato, stringendosi il cordino della tuta intorno alla gola e gettandosi dal letto.
L'uomo era in carcere per tentato omicidio. Era separato dalla moglie e lunedì - forse a causa di un mix di alcool e cocaina - per motivi ancora sconosciuti ha tentato di uccidere il figlio di 9 anni, colpendolo più volte con un coltello. Dopo di che ha aperto il gas della cucina e ha usato il coltello per colpirsi, tentando il suicidio. Ma le coltellate sono state inferte molto superficialmente e il gas è quello che ha fatto scattare l'allarme, spaventando un vicino, che ha chiamato i soccorsi. L'uomo è stato portato in ospedale, da cui è stato dimesso dopo poche ore, per essere accompagnato in carcere. Anche il bambino è stato portato in ospedale, per essere operato, per suturare le ferite. Ed ora sta rapidamente guarendo, come succede di norma a tutti i bambini.
Costa questa mattina era stato portato in ospedale per una breve visita medica e poi riportato nella sua cella d'isolamento. Dove ha organizzato il proprio suicidio.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©