Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La polizia lo ha scovato in un appartamento ad Arzano

Arrestato Rosario Guarino, il capo dei "girati"

Cancellieri: "Bene polizia e magistratura"

.

Arrestato Rosario Guarino, il capo dei 'girati'
15/11/2012, 16:28

NAPOLI - È finita questa mattina alle 5 la latitanza del capo dei girati, Rosario Guarino. Si tratta del 29 enne detto “Joe Banana” dei Vanella Grassi, che contende agli Abete-Abbinante-Notturno-Mennella il controllo delle piazze di spaccio dell'area Nord di Napoli.

La cattura è firmata dagli uomini del commissariato di Polizia di  Frattamaggiore, guidati dal dirigente Angelo La Manna. Gli agenti lo hanno stanato in un appartamento di 30 mq ad Arzano, in vico Santa Giustina, di proprietà del padre. Lo hanno rintracciato seguendo un giovane incensurato di 18 anni, ora denunciato per favoreggiamento: gli procurava il necessario e  costantemente lo riforniva.  È stato così anche ieri sera: i poliziotti, una volta sul posto e accertatisi della presenza dell'uomo, hanno preferito attendere qualche ore prima di fare irruzione. Guarino era in pigiama e alla vista degli agenti, che erano in borghese, ha creduto si trattasse di un attacco dei rivali. “Non sparate, sono Joe Banana”, ha detto.

L’indagine è partita qualche giorno fa, con l'arresto di un altro affiliato al gruppo: un 29enne che era già ai domiciliari. C’è stato, poi, il pedinamento del 18enne ed infine l’arresto.

Soddisfazione per l’operazione è stata espressa anche dal Ministro dell’Interno, Annamaria Cancellieri, che venuta a conoscenza della cattura del capo dei girati si è congratulata con il capo della Polizia, Antonio Manganelli. “Il mio apprezzamento – ha fatto sapere la Cancellieri – va ancora una volta alla   preziosa attività delle forze di polizia e della magistratura, impegnate quotidianamente nell’azione di contrasto della criminalità organizzata e che hanno consentito, anche oggi, di portare a termine una brillante operazione”.

Rosario Guarino era nell’elenco dei cinque latitanti, diffuso lo scorso 20 ottobre con le relative foto, come invito rivolto alla cittadinanza napoletana al fine di collaborare per le ricerche degli stessi.

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©