Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Arrestato Teghemie, latitante dei Licciardi -video


.

Arrestato Teghemie, latitante dei Licciardi -video
25/10/2013, 14:13

Ha tentato l'ultima disperata fuga in un sottoscala, ma per i carabinieri è stato facile identificarlo e arrestarlo: è così finita la fuga di Antonio Teghemie, 67 anni, ricercato dal 2011 perché condannato a 2 anni di carcere nell'ambito di una inchiesta sull'industria del falso gestita dal clan Licciardi.Teghemie è il marito di Maria Licciardi, indicata da pentiti e sentenze come la "madrina" della camorra di Secondigliano. Al momento dell'irruzione, la donna era in casa perché, ormai, scarcerata e libera dopo 10 anni di reclusione. E con lei c'era anche un altro affiliato, Gianfranco Leva, sottoposto all'obbligo di firma: l'uomo è finito in manette per favoreggiamento personale perché avrebbe aiutato Teghemie a sfuggire alla cattura. Teghemie è considerato dagli inquirenti un personaggio di spessore dell'organizzazione criminale, tra i fondatori del famigerato cartello criminale dell'Alleanza di Secondigliano insieme ai boss Eduardo Contini e Francesco Mallardo. Teghemie aveva trovato rifugio in un appartamento a Marano, in via Giovanni Falcone: e proprio nella strada intitolata alla memoria del magistrato antimafia ucciso a Capaci da alcune settimane si era concentrata l'attenzione dei militari dell'Arma. In tasca, Teghemie custodiva circa 3500 euro in contanti. Soldi che, probabilmente, gli sarebbero serviti per trovare un altro covo se la sua ultima fuga fosse andata a buon fine.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©