Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'uomo sarà incriminato per concorso in omicidio

Arrestato un sospetto guardiano di Auschwitz


Arrestato un sospetto guardiano di Auschwitz
06/05/2013, 19:22

BERLINO -   La procura di Stoccarda, in Germania, ha arrestato oggi un uomo di 93 anni fortemente sospettato di aver lavorato come guardiano nel campo di concentramento di Auschwitz tra il 1941 e il 1945.
L'identita' dell'arrestato non e' stata resa nota, ma la procuratrice Krauth non ha smentito che si tratti di Hans Lipschis, lituano premiato dai nazisti come "etnicamente tedesco" grazie ai servigi resi al regime hitleriano.

Nella lista dei ricercati messa a punto dal Centro Simon Wiesenthal Lipschis occupa il quarto posto e lo si descrive come appartenente alle SS-Totenkopf Sturmban (il Battaglione della morte) e dedito "all'assassinio di massa e alla persecuzione di civili innocenti, soprattutto ebrei".

 "Stiamo mettendo a punto l'incriminazione", ha riferito la magistratura di Stoccarda, che avvio' l'indagine su Lipschis un anno fa.

Lui, che si e' sempre difeso affermando che nel campo svolgeva il ruolo di cuoco e non di guardia, si trasferi' negli Stati Uniti alla fine della guerra ma fu fatto rientrare in Germania dalle autorita' americane nell'aprile del 1983. Solo recentemente alcuni giornalisti avevano scoperto che il presunto ex nazista viveva tranquillamente in Germania da oltre trent'anni.

 L'inchiesta della magistratura di Stoccarda mostra che il governo tedesco ha intenzione di continuare sulla strada percorsa dal 2011, quando si arrivo' alla condanna a cinque anni di John Demianjuk per complicita' nello sterminio di 28.000 persone.

In quel caso il tribunale stabili' che qualunque fosse il ruolo nei campi di sterminio, esso doveva essere considerato come complicita' nell'Olocausto.

Lipschis e' tra i 50 sopravvissuti con compiti di responsabilita' ad Auschwitz dei quali il governo tedesco sta cercando di far luce.

Il sospettato, giudicato da un medico sufficientemente in salute per la carcerazione, si trova ora in custodia cautelare. L'uomo e' stato prelevato direttamente dalla sua abitazione, perquisita dagli inquirenti.

Entro i prossimi due mesi l'uomo sara' incriminato per concorso in omicidio delle vittime del lager, ha spiegato all'ANSA la procuratrice Claudia Krauth.

Commenta Stampa
di Flavia Stefanelli
Riproduzione riservata ©