Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Arresti dei Carabinieri in provincia di Salerno


Arresti dei Carabinieri in provincia di Salerno
05/02/2011, 10:02

In data 3 e 4 febbraio 2011, ambito giurisdizione della Compagnia Carabinieri di Sapri, veniva svolto un prolungato servizio a largo raggio, di controllo del territorio, finalizzato a contrastare ogni forma di illegalità diffusa. A Centola (SA), i militari della Stazione Carabinieri di Centola (agli ordini del Mar.A.s.UPS Giuseppe SANZONE), a conclusione di articolata attività d’indagine, hanno deferito in stato di libertà due uomini del posto, pregiudicati, poiché responsabili di ricettazione, in concorso tra loro.

Difatti a seguito di scambio info-investigativo con la Stazione Carabinieri di Cuccaro Vetere (SA), che a seguito di servizio perlustrativo, procedeva al controllo di un furgone Fiat, condotto da un giovane marocchino, rinvenendo al suo interno una cucina friggitrice industriale, completa di banco di lavoro e fuochi in acciaio inox, poi risultata essere stata asportata, nel mese di gennaio 2011, dall’interno di una nota struttura ricettiva-alberghiera, ubicata a Palinuro, frazione di Centola, gli uomini della Benemerita locale riuscivano a raccogliere gravi indizi di colpevolezza, a carico dei due predetti pregiudicati,accertando quindi che la merce oggetto di furto, era stata da questi venduta al giovane marocchino, per la somma in denaro contante, pari ad Euro 1.300. La refurtiva recuperata, veniva poi consegnata al legittimo proprietario.

E sempre in data 4 febbraio 2011, nel corso di un servizio finalizzato al contrasto dell’abusivismo edilizio, a Camerota, frazione Marina (SA), i militari della Stazione Carabinieri di Marina di Camerota (agli ordini del Luogotenente Massimo DI FRANCO) hanno deferito in stato di libertà due persone, del posto, per il reato di illecito edilizio ed alterazione delle bellezze naturali in luoghi soggetti a speciale protezione, realizzazione di opere sottoposte a vincolo paesaggistico ed ambientale.

Gli uomini della Benemerita hanno accertato che le predette persone, a Marina di Camerota, alla località “Teano”, avevano completato la realizzazione di un manufatto edile, uso abitativo, già sottoposto a sequestro nel dicembre 2010, effettuando altresì ulteriori opere edili, consistenti nella realizzazione di un altro manufatto, annesso al precedente, in assenza di concessione. L’intera opera, per una volumetria complessiva di centocinquanta mc, e per un valore complessivo di sessantamila Euro, è stata posta sotto sequestro. Nella circostanza, la seconda persona, già nominata custode del manufatto, veniva deferita anche per il reato di violazione di sigilli.

Nel medesimo contesto operativo, a Sapri (SA), Capitello, frazione di Ispani (SA), e Policastro Bussentino, frazione di Santa Marina (SA), personale del Nucleo Operativo (condotto dal Luogotenente Giuseppe RESCINITI) e dell’Aliquota Radiomobile (condotta dal Mar.Ca. Pino BOSCO), nel corso di servizi di controllo alla circolazione stradale, deferivano in stato di libertà quattro persone: due delle quali pregiudicate, di nazionalità romena, poiché responsabili in concorso tra loro di ricettazione, in quanto trovate in possesso di Kg. 40 circa, di barre in rame, rivestite in alluminio, del valore pari ad Euro mille circa, più altri oggetti vari da lavoro, dei quali non hanno saputo giustificare la provenienza; ed altre due, del posto, di età compresa tra i venti ed i trent’anni, poiché ritenute responsabili del reato di guida sotto l’effetto di sostanze alcoliche e stupefacenti, a seguito di sottoposizione ad accertamenti sanitari, a norma degli artt. 186 e 187 del Codice della Strada. I predetti, venivano trovati in possesso anche di gr. cinque circa, di sostanza stupefacente del tipo haschish, poi sottoposta a sequestro, con successiva segnalazione amministrativa alla Prefettura di Salerno, per i consumatori, a norma dell’art. 75 del D.P.R. 309/90, e ritiro immediato delle patenti di guida.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©