Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

La Procura ha accettato, adesso la parola passa al Gip

Arresti domiciliari per Rizzoli


Arresti domiciliari per Rizzoli
25/03/2013, 15:11

ROMA - Concessi gli arresti domiciliari all’imprenditore Angelo Rizzoli affetto da una grave patologia, quale la sclerosi, dalla Procura romana che ha dato avvio alla pratica che dovrà essere esaminata dal Gip, Aldo Morgigni.
L’imprenditore, adesso, è in stato di fermo  protetto presso il reparto dell'ospedale Sandro Pertini di Roma.
I legali di Rizzoli, Franco e Francesca Coppi, hanno presentato l’istanza per gli arresti domiciliari.
I pm hanno così notificato : “ La sussistenza di gravi patologie, già compiutamente accertate dal perito nominato dal giudice pur non costituendo un quadro di radicale incompatibilità con il regime carcerario, lasciano sicuramente preferire la prosecuzione della detenzione con modalità che consentano a Rizzoli anche lo svolgimento di un'attività fisioterapica”.
I pm Giorgio Orano e Francesco Ciardi, titolari dell'inchiesta giudiziaria, hanno caldeggiato la possibilità di sostituire la detenzione in carcere con gli arresti domiciliari.
Per Rizzoli fu deciso il fermo il 14 febbraio 2013.

 

Commenta Stampa
di Rosa Alvino
Riproduzione riservata ©