Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

blitz dei militari nel rione del clan Chierchia - Fransuà

Arresti e sequestri a Torre Annunziata per furto di elettricità


.

Arresti e sequestri a Torre Annunziata per furto di elettricità
25/11/2009, 11:11

TORRE ANNUNZIATA – L’operazione "Strade sicure" va a gonfie vele. Infatti, i carabinieri della compagnia di Torre Annunziata coadiuvati dai militari del battaglione Campania e del 19° reggimento Cavalleggeri – Guide dell’Esercito Italiano hanno un blitz nel popoloso Rione Provolera nella città oplontina roccaforte indiscussa del clan camorristico dei Chierchia-Fransuà.
Il bilancio dell´operazione è stato di 5 persone arrestate, altrettante denunciate, droga sequestrata e fermo amministrativo per numerosi veicoli, 40 contravvenzioni elevate.
In manette, con l´accusa di resistenza a pubblico ufficiale, è finito Salvatore Picone, 23anni. Il giovane era in sella ad una moto e ha forzato il posto di blocco dei carabinieri. I militari hanno dovuto inseguirlo prima di bloccarlo. La convivente di Picone, invece, Mariagrazia Palumbo, 22 anni, già ai domiciliari per spaccio di stupefacenti, è stata nuovamente arrestata per furto di energia elettrica. Per lo stesso reato sono state ammanettate anche Michelina Brindisi, di 37anni, e Maria Orlando, di 55. Torna in cella, invece, Francesco Gargiulo, 39 anni: nei suoi confronti la Procura di Torre Annunziata ha emesso un ordine di carcerazione di sei mesi per evasione.
Denunciate 4 persone per guida senza patente e un 49enne per detenzione illegale di arma: i carabinieri lo hanno sorpreso con un coltello dalla lama di 10 centimetri. Ritirate 7 carte di circolazione e sequestrati 10 tra moto e scooter e due auto.
Nel corso di una perquisizione in un´abitazione abbandonata, inoltre, i militari dell´Arma hanno trovato e sequestrato cocaina e un bilancino di precisione.

Commenta Stampa
di Mario Aurilia
Riproduzione riservata ©