Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Arresto Gambino, Grimaldi (PD): "vertici PDL si dimettano"


Arresto Gambino, Grimaldi (PD): 'vertici PDL si dimettano'
15/07/2011, 16:07

NAPOLI 15 LUGLIO - “E’ arrivato il momento che i massimi vertici del Pdl campano, Nicola Cosentino e Stefano Caldoro, di dimettano. L’episodio di oggi non e’ che l’ultimo di una lunga serie di arresti e procedimenti giudiziari per vicende di camorra che vedono coinvolti esponenti del cosiddetto ‘Partito degli onesti’”cosi’ Michele Grimaldi, segretario regionale Campania e responsabile nazionale Mezzogiorno dei Giovani Democratici, commenta le dichiarazioni del presidente della Regione Campania e del coordinatore regionale del Pdl campano che hanno difeso il consigliere regionale Alberico Gambino tratto in arresto questa mattina.

“Nascondere il fatto – come si evince dalle parole di Caldoro e Cosentino – che nel Pdl campano via sia una questione morale può essere dovuto solo a due motivazioni: o malafede o ingenuità. In entrambi i casi il passo conseguente dovrebbe essere uno ed uno solo: le dimissioni” aggiunge Grimaldi.

“Evidentemente i vertici del Pdl campano, troppo occupati dalle loro vicende giudiziarie, non si sono accorti della gravissima crisi economica e sociale che attanaglia la nostra regione e che - complice anche la manovra finanziaria di queste ore - colpisce in maniera drammatica le fasce più deboli, le famiglie, le giovani generazioni” spiega Grimaldi.

“Non si tratta né di moralismo né di giustizialismo: “lor signori” hanno dimostrato governando Regione, Province e amministrazioni locali, di non essere in grado di salvaguardare gli interessi della collettivita’ e di non costituire una barriera sufficiente tra la camorra e le istituzioni. Il malgoverno e le pressioni della criminalità verso chi governa non sono vicende distinte, sono solo due facce della stessa medaglia. Dovrebbero trarne le conseguenze ed andare a casa” conclude Grimaldi.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©