Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Perseguitava l’ex fidanzata con minacce e pedinamenti

Arresto per stalking nel Cilento


Arresto per stalking nel Cilento
27/09/2010, 17:09

Stamane i carabinieri di Sessa Cilento, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a N.C., responsabile dei reati di stalking, violenza sessuale, violenza privata e danneggiamento, nei confronti di una giovane donna salernitana.

In particolar modo, il 68enne, al termine di una relazione sentimentale terminata per volontà della donna, non rassegnandosi, ha cercato in ogni modo di riconquistarla.

I vani tentativi di riconciliazione con la donna, hanno fatto si che l’uomo, ormai disperato sull’orlo dell’ossessione, abbia cominciato ad importunare la povera vittima telefonicamente, con continui appostamenti e minacce a casa e a lavoro.

La situazione è degenerata con il passare del tempo, quando l’uomo ha cercato un incontro al fine di chiarire quanto stesse accadendo.

Lo stalker, vistosi nuovamente respinto, ha aggredito la malcapitata, costringendola a subire un rapporto sessuale senza che la donna fosse consenziente.

L’aggressore ha poi continuato ad importunare la povera donna, sia telefonicamente che a casa e sul posto di lavoro. Quest’ultima ormai terrorizzata, per paura di incontrare l’uomo, non esce più di casa, non si reca a lavoro e cambia tutte le sue più elementari abitudini di vita.

La stessa è obbligata a sopportare ogni tipo di soppruso e molestia, tanto che l’uomo in un’occasione ha speronato con la propria autovettura la povera ragazza con l’intenzione di farla fermare mentre era alla guida della sua autovettura.

La donna ormai disperata dalla situazione, si è rivolta ai Carabinieri di Sessa Cilento che hanno subito avviato le indagini coordinate dal Procuratore della Repubblica della Procura di Vallo della Lucania.

A seguito delle delicate indagini è stata emessa l’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico dell’uomo, che è poi stato condotto presso la Casa Circondariale di Vallo della Lucania, ponendo fine alla terrificante avventure della povera donna.

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©