Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'azienda risponde all'appello di Geppino Fiorenza

Asìa compra per i dipendenti i “pacchi” di Libera


.

Asìa compra per i dipendenti i “pacchi” di Libera
10/12/2012, 16:48

NAPOLI – Libera chiama Asìa risponde. La partecipata comunale che si occupa di gestione e raccolta dei rifiuti a Napoli è, infatti, la prima azienda ad acquistare per il classico dono natalizio ai dipendenti il “pacco” confezionato dalla Bottega dei sapori e dei saperi della legalità provenienti dai terreni confiscati alle mafie. In totale sono state acquistati ben 2.660 confezioni di prodotti. “Questi prodotti – ha detto Geppino Fiorenza, referente Libera Campania - sono l'esempio di una nuova economia sociale e il frutto di cooperative nel proprio lavoro ogni giorno subiscono l'assalto della camorra che cerca di ostacolarle”

E la scelta di Asìa, a sentire il suo presidente Raffaele Del Giudice, va nella direzione di voler testimoniare in modo  concreto l’impegno del gruppo sui temi della legalità e della solidarietà.  “Come azienda pubblica - ha evidenziato Del Giudice - era un dovere dare un segnale di vicinanza e sostegno alle tante persone che lavorano per produrre questi prodotti, affrontando tanti sacrifici e difficoltà. La lotta alla camorra - ha aggiunto – deve essere trasversale”.

Alla presentazione dell'iniziativa era presente  anche l'assessore regionale Pasquale Sommese che ha sottolineato come i prodotti provenienti da terreni confiscati son o l'esempio concreto di come si può trasformare l'economia criminale in economi a legale e solidale. 

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©