Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Scandalo tangenti sui rifiuti a Napoli

Asia sotto inchiesta, indagati anche Losa e Nappi


.

Asia sotto inchiesta, indagati anche Losa e Nappi
22/07/2011, 15:07

NAPOLI - Un vero e proprio tesoro composto di tangenti e l'Asia cola a picco nel mare torbido del malaffare. Sono 15 tra dirigenti e funzionari nel vortice dell'inchiesta giudiziaria. Un mare di danaro, circa 20mila euro al mese che la Davideco passava a Giovanni Faggiano, amministratore delegato di Eenerambiente. Sulle modalità del transito di danaro e sui soggetti destinatari sta indagando la Guardia di Finanza, mentre la Digos si sta concentrando sulle dichiarazioni di Salvatore Fiorito e Girolamo Scutieri. Intanto dopo gli arresti di ieri di Corrado Cigliano direttore operativo di Enerambiente, ed il suo amministratore Faggiano, la magistratura sta procedendo alla ricostruzione dell'ingegnoso meccanismo fatto di complicità e silenzi assensi sulla circolazione di contante. Nelle indagini coordinate dai PM Danilo De Simone, Paolo Sirleo, Ida Teresi, Maria Sepe, Giuseppe Noviello, Luigi Santulli e Gianni Melillo, sono coinvolti anche l'ex numero uno dell'azienda che fa capo al comune, Pasquale Losa, ed il cnsigliere regionale Francesco Nappi. All'uscita delle prime agenzie sulla tempesta tangenti in seno all'azienda proposta alla raccolta dei rifiuti, il consigliere regionale Losa è stato il primo a dichiarare la sua incredulità sui fatti nei quali risulta coinvolto.

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©