Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

La protesta scoppia al San Paolo, vertice in Regione

ASl Na1: lenzuola stese contro il blocco stipendi


.

ASl Na1: lenzuola stese contro il blocco stipendi
29/04/2010, 17:04

NAPOLI - Parte la 'protesta delle lenzuola', nei diversi ospedali della Asl Napoli 1: cosi' i dipendenti dell'azienda sanitaria manifestano contro il blocco degli stipendi dovuto a una sentenza del Tribunale che ha diffidato la Tesoreria del Banco di Napoli a effettuare l'anticipazione di cassa. E' in corso un presidio di lavoratori anche davanti a Palazzo Santa Lucia, la sede della Regione Campania, dove si sta tenendo una riunione a porte chiuse con i vertici della Asl commissariata. All'incontro partecipano la commissaria straordinaria Maria Grazia Falciatore e il subcommissario Giuseppe Zuccatelli, in rappresentanza del presidente Stefano Caldoro. Il presidente della Regione e' a Roma, invece, per discutere dei problemi finanziari della Campania con il ministro dell'Economia Giulio Tremonti. Diversi gli ospedali che stanno partecipando alla mobilitazione: si e' partiti dal San Paolo, 'imbiancato' dalle lenzuola stese e da striscioni fin dalle prime ore della mattinata. 'Caldoro pagaci subito'; 'Tagliare i soldi ai lavoratori e' il nuovo diritto alla salute', si legge su un altro lenzuolo, nel quartiere ovest di Fuorigrotta, i dipendenti bloccano il traffico veicolare. La protesta si e' estesa, nel corso della mattinata, al Vecchio Pellegrini, dove i dipendenti garantiscono soltanto i 'servizi minimi'. 'Basta sprechi, tutta colpa di una politica regionale fallimentare', scrivono i manifestanti su un pezzo di polistirolo, nel presidio ospedaliero della Pignasecca, cuore popolare di Napoli. Lenzuola stese, nel corso della mattinata, anche al San Gennaro, nel quartiere Sanita', e al San Giovanni Bosco. I distretti sanitari sono in assemblea: in alcune strutture sono state occupate gli uffici di direzione sanitaria e amministrativa.
Dalla riunione tecnica tuttora in corso nella sede della Regione Campania a palazzo Santa Lucia sul mancato pagamento dello stipendio ai dipendenti dell'Asl Napoli tra il commissario dell'azienda sanitaria Maria Grazia Falciatore, il subcommissario governativo Giuseppe Zuccatelli e i rappresentanti sindacali - stando a indiscrezioni raccolte dal VELINO - sta emergendo l'intenzione della giunta Caldoro di pagare gli stipendi il prossimo 2 maggio. Le modalita' contabili sono ancora tutte da stabilire, ma l'orientamento e' quello di prelevare risorse nell'immediato direttamente dal fondo del bilancio regionale pari a 200 milioni di euro.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©