Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Chessa: "Siamo in attesa di uno sbocco a questa crisi"

Assemblea pubblica contro la chiusura del teatro Trianon


.

Assemblea pubblica contro la chiusura del teatro Trianon
20/12/2010, 16:12

NAPOLI - Alla vigilia della chiusura del teatro Trianon proposta per il 31 dicembre prossimo, le istituzioni e la società civile si sono incontrate per discutere in merito alle prospettive del teatro pubblico. Chiusura richiesta dal cda agli enti soci, Regione e Provincia a causa della crisi di liquidità. L’incontro è stato promosso dai lavoratori e dai sindacati di categoria Slc-Cgil, Fistel-Cisl e Uilcom-Uil. Daniele Chessa, rappresentante sindacale aziendale afferma: “L’anno prossimo ricorre anzi ricorrerebbe il centenario del Trianon. Ad un passo dal secolo di vita vogliono far chiudere questo antico teatro, forse per sempre; ricordiamoci il recente passato del teatro Mercadante, privato di una vera stagione teatrale per 30 lunghi anni, un teatro chiude molto velocemente, ma non altrettanto velocemente rinasce”. Epilogo possibile anche per il teatro del popolo di Forcella. “Un assessore del governo regionale e un esponente della Provincia hanno assicurato, da mesi, uno sbocco a questa crisi, con la redazione di un piano industriale e la trasformazione della società in una fondazione alla quale dovrebbero partecipare gli attuali soci, più la Camera di Commercio, e forse, Cinecittà Luce e il Comune. Siamo ancora in attesa”, ha aggiunto.

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©