Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Sarà ricoverato all’ospedale psichiatrico di Aversa

Assolto il “vandalo” di piazza Navona: infermità mentale


Assolto il “vandalo” di piazza Navona: infermità mentale
15/05/2012, 15:05

ROMA - È stato assolto Mauro Magi, il romano 53enne che il 3 settembre 2011 deteriorò, a colpi di sampietrino, la famosa Statua del Moro a piazza Navona. Secondo il giudice del tribunale che ha seguito il caso, infatti, l’uomo, ribattezzato dalla cronaca come il “vandalo” di piazza Navona, era letteralmente incapace di intendere e di volere: l’accusa che gli veniva mossa era quella di danneggiamento aggravato. A far supporre l’ipotesi dell’infermità mentale, grazie alla quale l’imputato è stato assolto, sarebbe stata una perizia disposta dal gip in sede di incidente probatorio. Magi, però, dovrà essere ricoverato per due anni presso l’ospedale psichiatrico giudiziario di Aversa, perché ritenuto ancora pericoloso socialmente. Quando fu fermato dai carabinieri, Magi, che prima del blitz a piazza Navona aveva scagliato una pietra contro la Fontana di Trevi, dichiarò di aver voluto attirare l’attenzione altrui sui suoi problemi personali. Roma Capitale, attraverso l’avvocato Enrico Maggiore, si era costituita parte civile, tenuto anche conto dei 5mila euro spesi per il restauro della Statua del Moro avvenuto nel giro di pochi giorni.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©