Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Assoluzione Bassolino:nessuna condotta illecita -video

Le motivazioni della sentenza del 4 novembre

.

Assoluzione Bassolino:nessuna condotta illecita -video
04/02/2014, 10:33

Arrivano i dettagli della sentenza della quinta sezione del Tribunale di Napoli, che lo scorso 4 novembre ha assolto con formula piena tutti gli imputati nel processo sui presunti illeciti nella gestione del ciclo dei rifiuti. Tra questi anche l’ex governatore Antonio Bassolino. A leggere le motivazioni si deduce che il “disastroso tentativo di smaltimento dei rifiuti in Campania non è stato conseguenza né di illecite condotte degli imputati, né di idoneità tecnica, né di una disorganizzazione nella gestione degli impianti”. In sostanza secondo i giudici il marcio non era nel mancato funzionamento degli impianti, bensì nella mancata attuazione del ciclo dei rifiuti, “essendo monco sia della fase iniziale, ovvero la raccolta differenziata, sia specialmente in quella finale, non essendo stati realizzati i termovalorizzatori ad Acerra e Santa Maria la Fossa”.  In particolare la sentenza si concentra sull’ex governatore Antonio Bassolino. Scrivono i giudici Maria Adele Scaramella, Giuseppe Sassone e Antonia Napolitano Tafuri, che "l'istruttoria smentiva che la Presidenza del Consiglio dei ministri ed in genere l'apparato politico - amministrativo centrale ignorasse la situazione dei rifiuti in Campania e che fosse per tale ragione indotta ad adottare provvedimenti a vantaggio dell'affidataria e a mantenere in vita i contratti di appalto".  Smentita infine anche l’ipotesi della truffa, in quanto, secondo i giudici, gli impianti furono costruiti con soldi privati, ovvero con il project financing, pertanto” il tribunale ha ritenuto infondata la prospettazione accusatoria relativa all’ingiusto profitto da parte degli imputati

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©