Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Assostampa, Colimoro:“I giornalisti negli Enti locali devono essere inquadrati secondo il contratto giornalistico”


Assostampa, Colimoro:“I giornalisti negli Enti locali devono essere inquadrati secondo il contratto giornalistico”
24/05/2012, 15:05

Il presidente dell’Assostampa Campania e il fiduciario Inpgi Campania, Enzo Colimoro, comunica: “L’invito rivolto al presidente del Consiglio regionale della Campania, Paolo Romano – ha dichiarato il presidente di Assostampa Campania Enzo Colimoro – di valutare, nell’ambito del riordino degli uffici, la possibilità di istituire un Ufficio stampa e Comunicazione, presente tra l’altro in tutti i più importanti Consigli regionali d’Italia, è caduto nel vuoto. Purtroppo dobbiamo constatare – prosegue Colimoro – che l’assoluto silenzio, quasi a non volersi occupare in maniera chiara di una materia continuamente rincorsa e sfruttata dalla politica per ottenere spazi di visibilità, è il sintomo di una classe politica sorda alle esigenze di rispetto delle regole del mondo della comunicazione, nonostante una legge dello Stato, specificatamente, ne preveda modalità e regole di attuazione. La Regione Campania, del resto, come istituzione – dice il presidente Colimoro che è anche fiduciario Inpgi per la Campania – è già incorsa in un infortunio sanzionato dalla vigilanza dell’Istituto di Previdenza dei giornalisti italiani che l’ha costretta a disciplinare i rapporti di lavoro con i suoi giornalisti dipendenti in base alla Legge 150. L’Assostampa Campania rinnova, pertanto, al presidente del Consiglio regionale della Campania, Paolo Romano, e a tutti i rappresentanti di partito e ai capigruppo l’invito ad aprire un tavolo di confronto con il sindacato dei giornalisti. Contestualmente, lo stesso appello rivolge al presidente della Giunta, Stefano Caldoro, perché affronti le stesse problematiche in riferimento agli assessorati regionali. Il problema della comunicazione negli Enti locali – conclude Colimoro – diventa sempre più incalzante alla luce anche della recentissima sentenza del Giudice del lavoro di Catania che ha obbligato il Comune di Adrano ad applicare, con effetto retroattivo, il Contratto Collettivo di Lavoro Giornalistico Fnsi-Fieg”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©