Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

L’ex sindaco si svincola dalla responsabilità ipotizzate

Assunzioni alla Napoli Sociale, Iervolino: “Non è vero!”


.

Assunzioni alla Napoli Sociale, Iervolino: “Non è vero!”
24/10/2012, 14:13

NAPOLI – Era chiaro, non poteva essere vero la notizia che l’ex esecutivo cittadino capitanato da Rosetta Iervolino aveva proceduto all’assunzione di oltre 200 persone senza alcun concorso. E la smentita sull’apertura del fascicolo da parte della Procura partenopea giunge in serata di ieri da parte del legale dell’ex sindaco che fa sapere che: "L'on. Jervolino, nel sottolineare che non ha ricevuto alcuna convocazione da parte del P.M., precisa che, con la delibera n. 1325 del 10 settembre 2008, nessuna assunzione è stata effettuata dal Comune, avendo la delibera stessa ad oggetto esclusivamente l'affidamento alla società in house Napoli sociale spa, del 'servizio assistenza scolastica in favore degli alunni disabili frequentanti le elementari e medie inferiori e gli istituti comprensivi della città con l'obbligo, stabilito con la delibera del Consiglio comunale di Napoli n. 8 del 20 maggio 2008, di 'garantire le prestazioni del servizio assistenza scolastica di cui sopra mediante l'impiego degli operatori necessari in possesso di qualifica di operatore socio assistenziale di comprovata esperienza pregressa…”. Dopo avere sottolineato però che non vi è alcuna richiesta di comparizione in corso, l’avvocato dell’ex ministro degli Interni precisa che: "L'on. Jervolino, con la certezza della correttezza e legittimità della delibera adottata da lei e dalla sua giunta ed oggetto di indagine, resta serenamente in attesa delle decisioni che verranno assunte, ribadendo, come sempre, la sua piena fiducia nell'operato della magistratura". Si resta quindi in trepidante attesa di un chiarimento. Noi della Julie, con la certezza della trasparenza che la magistratura infonde quotidianamente nel proprio lavoro, restiamo in attesa di capire chi ha percorso il proprio naso da Napoli a Collodi.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©