Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Attentati ad Afragola ed a Sorbillo, domani arriva Salvini -video

Prima tappa in via dei Tribunali, poi l’incontro con Grillo

.

Attentati ad Afragola ed a Sorbillo, domani arriva Salvini -video
17/01/2019, 13:00

NAPOLI - Mentre da un lato continuano ad arrivare attestati di solidarietà da tutte le parti del mondo, New York compresa dove il nome Gino Sorbillo è particolarmente conosciuto, dall’altro gli inquirenti lavorano sulle immagini registrate da alcuni sistemi di videosorveglianza all’altezza del civico 32 di via dei Tribunali.

In particolare, due telecamere registrano il frenetico saliscendi di uno scooter, sempre lo stesso: è all’incirca l’una e 12 minuti quando un centauro, con un bomber scuro ed il volto coperto da passamontagna, frena, scende dal mezzo e posiziona una bomba carta davanti alla saracinesca della pizzeria Sorbillo, prima di risalire in sella per fuggire via.

Trascorrono pochi secondi e arriva una fiammata, seguita da denso fumo nero.

Come si vede dalle immagini pubblicate in esclusiva da “Il Mattino”, è lui l’attentatore che ha fatto brillare la bomba artigianale.

Una figura giovane e mingherlina, quella ripresa dalle telecamere di sorveglianza. E non si esclude che possa trattarsi addirittura di un minorenne: questo il profilo dell’attentatore, ora al vaglio della Polizia scientifica della Questura di Napoli.  

Le immagini rappresentano una prima fonte di prova per gli inquirenti che presto potrebbero chiudere il cerchio attorno all’autore del raid dinamitardo avvenuto nella zona dei Tribunali nella notte tra martedì e mercoledì.

Che si tratti di un avvertimento della criminalità organizzata oppure di un gesto isolato sono soltanto alcune delle ipotesi al vaglio in queste ore.  

Per la cronaca, cinque anni fa sempre la stessa pizzeria fu oggetto di un misterioso rogo. Fortunatamente anche stavolta - come allora - il raid non ha fatto registrare vittime, ma solo danni alle cose, peraltro molto limitati. Il che, naturalmente, non toglie gravità al fatto.

Intanto, per domani il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, annuncia che sarà in Campania “per portare la solidarietà personale e la presenza dello Stato”: prima in via dei Tribunali, poi ad Afragola, dove in poco più di 20 giorni di bombe carta ne sono esplose otto.

 

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©