Cronaca / Nera

Commenta Stampa

La raccolta fondi ufficiale è solo tramite il 48580

Attenti agli sciacalli, anche su Facebook


Attenti agli sciacalli, anche su Facebook
07/04/2009, 21:04

Un cognome famoso, un social network facile da usare, una tragedia in corso ed un istinto da sciacallo. Quattro fattori che si sono fusi nella falsa iniziativa benefica che è comparsa sulla pagina Facebook di Carlo Pellegatti, sedicente nipote del giornalista Mediaset.

“Mediasetpremium in collaborazione con Ac Milan sta raccogliendo fondi per la popolazione dell’Abruzzo colpita dal terremoto, - si legge sul suo profilo, - se volete devolvere anche una minima cifra potete farlo su Carta Lottomaticar n….”. L’iniziativa, però, è inesistente ed è lecito pensare che a questo punto la beneficenza sarebbe arrivata soltanto a Pellegatti. Per smentire gli scettici, l’utente ha anche tirato in ballo il giornalista. “Mio zio Carlo Pellegatti ha appena dett a Milan Channel che è iscritto a Facebook e che ha un nipote di nome Marco, quindi finitela, adesso non potete dire più nulla”.

Chiaramente, nessuna traccia nemmeno della dichiarazione del giornalista Mediaset. Come nessuna traccia dell’iniziativa benefica, oltre che sul profilo Facebook dell’utente.

Se ce ne fosse stato ancora bisogno, a chiarire le cose è arrivata una dichiarazione del ‘vero’ Pellegatti. “Non ho nessun nipote che si chiama Marco, - ha spiegato, - non sono iscritto a Facebook e, soprattutto, non esiste nessuna raccolta fondi organizzata da Milan e Mediaset”. Il ‘nipote’ adesso dovrà vedersela con la polizia postale, al quale l’ufficio legale di Mediaset presenterà domani una denuncia.

L’avvertimento è sempre lo stesso: le conferme delle notizie devono essere cercare in internet, ed in siti autorevoli. Non basta la parola di uno sconosciuto su un sito web modificabile da chiunque. E non basta, soprattutto, lasciarsi guidare dal cuore quando, dall’altro lato del monitor, c’è chi ragiona troppo lucidamente. E che non ha vergogna di sciacallare sui morti.

NB: la raccolta fondi ufficiale è quella della numerazione solidale 48580

Gli operatori di telefonia mobile TIM, Vodafone, Wind e 3 Italia, d'intesa con il Dipartimento della Protezione Civile, hanno attivato la numerazione solidale 48580 per raccogliere fondi a favore della popolazione dell'Abruzzo gravemente colpita dal terremoto. Ogni SMS inviato contribuira' con 1 euro, che sara' interamente devoluto al Dipartimento della Protezione Civile per il soccorso e l'assistenza. Sara' inoltre possibile donare 2 euro attraverso chiamata da rete fissa di Telecom Italia, utilizzando lo stesso numero 48580. Il Dipartimento della Protezione Civile fornira' tutte le indicazioni sull'utilizzo dei fondi raccolti.
 

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.