Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Augusto Santori (PDL): “Si dica se allora Portuense è zona a rischio idrogeologico”


Augusto Santori (PDL): “Si dica se allora Portuense è zona a rischio idrogeologico”
13/07/2012, 09:07

“Quella di qualche ora fa è l’ennesima sentenza di assoluzione che ci lascia interdetti ma in questo caso, pur non volendo interferire nella materia giudiziaria, non posso non rappresentare la voce di centinaia e centinaia di cittadini romani che restano assieme al sottoscritto interdetti per come questa triste vicenda si avvia al suo epilogo in tribunale”, così dichiara in una nota Augusto Santori, consigliere del PDL del Municipio XV.

“Non si tratta di far cadere sospetti sulla buona fede della giustizia e neanche si vuole esprimere la volontà che il colpevole sia stato il titolare della tipografia Capobianchi – prosegue Santori –qui ci si interroga più ingenuamente su un corollario proprio di questa sentenza: allora chi è stato? Avvenne tutto per caso? In qualità di rappresentante politico del territorio in cui avvenne il crollo, devo per l’ennesima volta ribadire la necessità che la questione di Vigna Jacobini sia chiarita, per onorare le ventisette vittime, tra cui tanti bambini, per dare giustizia ai loro familiari, per dare serenità ai residenti che ancora oggi abitano i quartieri di Portuense e Vigna Pia”.

“Alle lungaggini della politica e dell’amministrazione che ancora non ha dato risposte concrete agli eredi delle vittime del crollo – conclude Santori – oggi si aggiunge un’ulteriore beffa, che riguarda la giustizia e il diritto di conoscere le cause di quella tragedia. Se Portuense è a rischio idrogeologico, e quindi tutto capitò per caso, lo dicano tutti chiaramente e la politica agisca di conseguenza monitorando le aree, mettendo in sicurezza le zone a rischio e vietando ogni nuova costruzione o scavo di proporzioni rilevanti. Si aprono voragini su voragini, crollano volte garganiche e ora Vigna Iacobini non ha un responsabile: che cosa dobbiamo pensare?”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©