Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Dal primo gennaio 2011

Aumenti sulle tratte autostradali


Aumenti sulle tratte autostradali
03/01/2011, 17:01

Nemmeno il tempo di festeggiare l’arrivo del nuovo anno che già arrivano i forti rincari per i cittadini già oberati da una crisi occupazionale che non si avvia a scemare. Dal 1° gennaio infatti sull’autostrada A/3 Napoli-Salerno è cambiato  il sistema dei pedaggi, con l’introduzione di una nuova articolazione a vantaggio dei pochi dotati di Telepass, che pagheranno solo l’effettiva percorrenza nelle autostrade, ma a svantaggio dei molti che invece pagano in contanti che hanno registrato un aumento del pedaggio pari al 25 per cento per oltre i 30 chilometri. Quindi i clienti di classe A (autovetture e motocicli) dotati di Telepass,  pagheranno un minimo di 80 centesimi ad un massimo di 2 euro. Gli altri veicoli di classe A non dotati di Telepass pagheranno invece il pedaggio forfettario di 2 euro per qualunque distanza percorsa. Un esempio: un veicolo dotato di Telepass che entra in autostrada a Napoli per recarsi a Portici Bellavista pagherà solo 80 centesimi e non più 1 euro e 60 tutti gli altri 2 euro.
L’amministratore delegato della Società Autostrade Meridionali, l’ingegner Marco Bianchi, ci tiene comunque a sottolineare che  a parità di condizioni, l’Autostrada Napoli-Salerno risulta più economica di analoghe tratte del nostro paese. Sino  al 31 marzo di quest'anno, però, gli utenti potranno usufruire di una promozione con canone gratis per 3 mesi per gli apparati Telepass Family oppure l'offerta speciale di euro 34,90 per l'acquisto di apparati Telepass Ricaricabili si potrebbe dunque pensare ad un’abile strategia di marketing per  fidelizzare gli automobilisti più scettici all’uso del Telepass.


 

Commenta Stampa
di Simona Buonaura
Riproduzione riservata ©